Che carrambata a NataleUn uomo senza casa cvedrà realizzarsi il suo desiderio di Natale quando si siederà a cena con la sua famiglia per la prima volta dopo 12 anni, grazie ad un’incredibile renunion in classico stile Facebook.

George Cunningham e il Natale

George Cunningham ha detto ad un fotografo specializzato in volti umani che il suo regalo più bello per le vacanze natalizie sarebbe semplicemente stato quello di trovare un posto in cui poter sedersi ed avere una semplice cena di Natale. “Sono senza casa e in giro per una città che ha un riparo per i senzatetto, che concede di aver un letto per la notte, ma i nquesto periodo spesso i posti sono pieni. Se dovessi dormire con questo freddo, fuori, sarei già morto”, ha detto l’uomo al il fotografo che lo ha immortalato in alcuni scatti. “L’unica cosa che mi interessa in questo momento è trovare un posto dove avere una cena di Natale, se potessi trovare un B & B che comprende anche una cena di Natale potrei anche pagare. Mi piacerebbe anche pagare 100 euro per un hotel se dovessi, voglio solo avere una cena di Natale”.

La sorpresa di Natale

Lee ha detto a Sky News che il semplice desiderio di Natale dell’uomo era “piuttosto sorprendente” data la grande quantità di persone che spendono in cibo e in regali in questo periodo dell’anno e quando fotografia di George è stata messa sulla pagina Facebook, che rendere pubbliche le immagini di uomini e donne ordinari irlandesi, la risposta è stata incredibile, con decine di persone che si sono offerte di pagare per il pasto o per ospitarlo. Quando l’interesse per la storia di George è cresciuto Lee, il fotografo, è stato contattato da sua sorella, che non parlava con suo fratello da ben 12 anni. Voleva invitarlo a casa per le vacanze, ma anche Lee non aveva modo di contattarlo a Kinsale, un piccolo porto di pescatori nella contea di Cork “Ho dovuto chiamare la città e convincere qualcuno a trovarlo”, ha detto a Sky News. “Ho chiamato per informarli di quello che stavo facendo. Finalmente qualcuno lo hai visto e mi ha telefonato.”

Un vestito nuovo a Natale

George ha parlato al telefono con sua sorella e sua madre, che è malata, ma non era stato in grado di contattare il figlio. Mercoledì prossimo così andrà a casa per passare il Natale con loro. Ma le offerte di aiuto non sono finite lì. Lee ha detto che un hotel vicino alla casa della sua famiglia ha detto che l’uomo potrà trascorrere una notte lì se vuole e un negozio di vestiti gli ha offerto un nuovo vestito per la grande reunion.

 

Cosa ne pensi? Lascia un commento