Ieri 13^ domenica di campionato è stata ricchissima di gol in attesa di Napoli-Samp di stasera.

Viola scatenati al Sant’Elia: Mati Fernandes spacca la partita con una doppietta, Gomez ritrova il gol dopo 8 mesi, chiude i conti Cuadrado. Montella riprende quota con il secondo successo esterno consecutivo.

A San Siro il Milan torna a vincere in Campionato: nel primo tempo un gol-fantasma di Rami non convalidato, nel secondo i rossoneri si sbloccano su rigore con Menez che a metà ripresa raddoppia. Espulsi Domizzi ed Essien.

Matri porta in vantaggio il Genoa dopo 5′, immediato raddoppio di Antonelli, Burdisso chiude la partita a fine primo tempo. I rossoblù dominano, prendono una traversa con Kucka e Matri può permettersi l’errore dal dischetto. Nella ripresa Cascione lo imita calciando sulla traversa: la squadra di Gasperini sale al 3° posto.

Pregevole schema su punizione del Palermo al 37′ del primo tempo che permette a Dybala di segnare, altrettanto splendido il pallonetto si Palladino poco dopo. Decide la partita una punizione di Barreto nel secondo tempo, prima di fare compagnia a Felipe, entrambi cacciati anzitempo dal terreno di gioco.

Al Castellani di Empoli X a reti bianche; molto del merito si deve ad uno Sportiello sugli scudi perché i Blues di casa ci provano in ogni maniera. L’unica vera occasione per i nerazzuri della Dea passa per la testa di Denis e finisce a lato di pochissimo.

Pirlo decide al 93′ un derby intenso. Juve avanti con Vidal, poi un capolavoro di Peres riporta il Toro in pari. Nel secondo tempo, Lichtsteiner lascia la squadra in dieci.

A Roma ben sei gol! Apre Gervinho a cui risponde Ranocchia, ma nel secondo tempo uno bellissimo gol di Holebas riporta avanti i capitolini subito ripresi da Osvaldo, ma accendono Pjanic che con una doppietta fa restare la Juve a +3.

Andrea Zampini

Cosa ne pensi? Lascia un commento