14 Settembre 2014 – L’Agenzia per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti (NSA per il suo acronimo in inglese) ha agito sotto minaccia nei confronti del colosso americano del web. Questo è stato rivelato ieri Ron Bell, Responsabile degli Affari Legali di Yahoo!, Blog aziendale, dove ha annunciato il rilascio di oltre 500 mila pagine di documenti segreti protetti dal governo degli Stati Uniti dal 2007 al 2008, in cui spiega la sfida di diverse società Internet che rifiutano i criteri delle leggi di sorveglianza del governo, ad essere multati $ 250.000 per ogni giorno in cui non vengono fornite le informazioni richieste.

La minaccia: “Yahoo! è stato minacciato dal governo degli Stati Uniti per costringerlo a collaborare con l’amministrazione e fornire dati da parte degli utenti del programma di sorveglianza PRISM della National Security Agency (NSA), ora conosciuto in tutto il mondo. Abbiamo dovuto combattere ogni tentativo per evitare il controllo da parte del governo degli Stati Uniti.

La multa: A un certo punto, ha minacciato di imporre una multa giornaliera di $ 250.000 se avessimo accettato “, potete leggere il post sul blog della società. I fatti, come previsto nei documenti risalenti al 2007, quando il governo degli Stati Uniti ha creato una legge per richiedere informazioni sugli utenti dei servizi on-line, una richiesta alla società che attualmente gestisce Marissa Mayer considerato “incostituzionale” e quindi che ha rifiutato di fornire le informazioni richieste e ha fatto appello alla Corte del Foreign Intelligence Surveillance Stati Uniti (FISC per il suo acronimo in inglese).

La vittoria dell’NSA: Come dice Bell, la compagnia ha perso il caso e alla fine fu costretto a condividere i dati che il governo ha chiesto, ma assicura che concentreranno i propri sforzi per rendere il fascicolo declassificato e potrebbe vedere la luce pubblica per verificare le pressioni governo. “Abbiamo combattuto il caso di declassificare pere rendere pubblica l’inchiesta”, ha detto Bell, che ha assicurato che ora che il FISC ha declassificato 500 mila pagine relative ai documenti di caso sono disponibili online.

Bisogna notare che il programma PRISM della National Security Agency (NSA), la cui esistenza è stata svelata al pubblico attraverso infiltrazioni ex analista NSA, Edward Snowden, nel 2013. Oltre Yahoo!, altre grandi società hanno fornito informazioni alla NSA come parte di questo programma, tra cui Google, Facebook, Apple, AOL e Microsoft.

15 Settembre 2014

Cosa ne pensi? Lascia un commento