Simone Zaza, attaccante ventitreenne del Sassuolo ma di proprietà già della Juventus, sta vivendo un sogno che in poco più di 12 mesi gli ha regalato prima la serie A, poi l’ esordio in nazionale, ed ora la prima rete in azzurro.ZazaDall’ intervista che ha rilasciato nel dopo partita di Norvegia – Italia, si capisce chiaramente che il ragazzo ha le idee ben chiare e che difficilmente potrà perdersi nei meandri della serie A. Strano che Conte, ai tempi della Juventus, non abbia puntato su Zaza e Immobile, mentre ora in nazionale fanno coppia fissa. E’ pur vero che con l’ Italia Conte non può convocare Tevez ma l sensazione è che la squadra bianconera si sia liberata troppo facilmente di questi 2 ragazzi ( Zaza è ancora di proprietà della Juve, mentre Immobile è stato ceduto a titolo definitivo al Borussia Dortmund ).

Simone ha iniziato la sua carriera da calciatore nelle fila della squadra della sua città, l’ Atalanta. Con i bergamaschi ha disputato solo 3 presenze in serie A nel lontano 2008 / 2009.
Nel 2010 si trasferisce alla Sampdoria dove non avrà molta fortuna e potrà giocare solo 2 partite. Nel 2011 viene ceduto alla Juve Stabia in serie B ma anche in questa categoria non avrà fortuna e per questo verrà ceduto in prestito nel mercato di gennaio al Viareggio in Serie D. In questa categoria disputerà 18 partite segnando 11 goal in soli 6 mesi.
L’ Ascoli nota questo ragazzo e decide di acquistarlo. La fiducia della società marchigiana viene ripagata in quanto su 35 partite disputate riesce a segnare 18 reti. Viene notato dal Sassuolo che, con l’ aiuto della Juventus, riesce a portarlo in serie A e nella sua prima vera stagione nella massima serie, riesce a realizzare 9 goal su 33 partite giocate. L’ attuale campionato è iniziato molto bene per il ragazzo lombardo in quanto è andato subito in rete nella prima giornata di campionato ed in nazionale.

 

Emilio Brocanelli
Andrea Moroni
10 Settembre 2014

Cosa ne pensi? Lascia un commento