iphone 6 plusL’evento in cui Apple ha presentato il nuovo iPhone 6, iPhone 6 Plus e dell’ iWatch è stata anche la scena per l’arrivo di Apple Pay. Questo è il nuovo servizio di pagamento della società di Cupertino, che mira a consentire ai suoi utenti ad utilizzare i loro dispositivi di ultima generazione per convalidare i pagamenti in modo rapido e sicuro.

Grandi aspettative: Anche se i protagonisti fossero i nuovi dispositivi, Apple non ha deluso e ha presentato la propria piattaforma di pagamento. Si era diffusa la voce circa l’intenzione di Apple di entrare in questo settore e l’introduzione della tecnologia NFC nel nuovo iPhone e accordi con aziende come American Express così prefigurato.
Infine l’azienda di cupertino risponde a queste voci e le aspettative sono confermate.

L’idea alla base del nuovo iPhone di Apple Pay è di convertire la Conferma dei pagamenti in modo rapido e sicuro. Pay di Apple introduce l’applicazione Passbook e sfrutta la tecnologia e le letture wireless NFC sistema touch ID per il funzionamento.

Alla conferenza, Apple ha spiegato nei dettagli il funzionamento di questo nuovo servizio per iPhone 6, in cui gli utenti collegano le loro carte di credito VISA, MasterCard o American Express di Apple Pay. Questo rapporto può essere esportato da conti iTunes o anche con la scansione dei dati, in modo che il processo sia sicuro. Dopo una procedura di sicurezza, in modo che l’impronta digitale di utenti catturata tramite touch ID, viene eseguita la sostituzione per il codice PIN tradizionale. Questa misura è quello di accelerare i pagamenti e migliorare la sicurezza.

Più funzioni: Una volta che le carte vengono registrate, Pay di Apple consente di utilizzare nuovi telefoni per pagare. Nei negozi abilitati con Apple Pay, avrete solo bisogno di portare i dispositivi per connettersi in modalità wireless, per convalidare ulteriormente impronte digitali dei pagamenti.

Grandi possibilità: Durante la presentazione di Apple, pay sarà utilizzabile In particolare, da nomi come McDonald, Subway o negozi Disney negli Stati Uniti cominceranno ad accettare tali pagamenti da ottobre. In totale ci sono più di 220.000 negozi hanno confermato che Apple ammettere Pay.

Al di là dei negozi fisici, Apple ha spiegato che il suo nuovo servizio di pagamento si inserisce nelle applicazioni di terze parti. Ciò significa che i pagamenti ‘in-app’ riceverà una rivoluzione, in quanto gli sviluppatori possono facilitare gli utenti nel processo di pagamento. Così, all’interno, le applicazioni possono assumere i servizi di acquisto o contenuti con questa tecnologia, che sfrutta finalmente il Touch ID.

Privacy: A tutte queste caratteristiche devono essere aggiunti una rigorosa politica di privacy. Per evitare sospetti, Apple ha spiegato che nessuna traccia di acquisti o attività degli utenti verrà tracciata. Pertanto, la società si impegna a mantenere la riservatezza delle operazioni al massimo.

Disponibile solo negli USA: Per ora Apple ha confermato che Apple Pay è limitato agli Stati Uniti. Aspettiamo di vedere se nei prossimi mesi l’azienda si avvicina ad offrire il servizio in più nazioni.

 
MARIA STORIONI
FABRIZIO MORISI

Ore 5.20
10 Settembre 2014

Cosa ne pensi? Lascia un commento