La notizia arriva come un fulmine a ciel sereno: Raoul Bova e Chiara Giordano si separano. La coppia simbolo di longevità – nel senso sentimentale del termine -, la coppia da cui prendere esempio, la coppia inossidabile è entrata in crisi. A raccontarlo è la stessa Chiara Giordano, che ha chiesto di non interferire nella sua vita e in quella dei suoi figli e di evitare scalpori. «La crisi era già nell’aria, io e Raoul ci separeremo ma voglio che i nostri due figli, Alessandro e Francesco, rimangano fuori da tutto» dice. La figlia del famoso avvocato divorzista Annamaria Bernardini De Pace ora vuole solo tutelare i suoi bambini cercando di lasciarli fuori da questa storia, come ha sempre fatto vivendo lontano dalla mondanità. Perché lei sotto i riflettori non ci è mai stata, ha sempre vissuto una vita riservata. Per la verità già quest’estate la coppia viveva separata: Raoul era impegnato tra i vari set cinematografici mentre Chiara era impegnata con i bambini e a Formentara ci è andata da sola. Ma il colpo di grazia arriva via web con il gossip più volgare: tra Raoul Bova e Chiara Giordano ci sarebbe un uomo, che avrebbe fatto perdere la testa allo stesso Bova. A mettere in giro voci sull’omosessualità dell’attore ci aveva pensato Cristina Plevani, la vincitrice della prima edizione del Grande Fratello, che su Facebook scriveva: l’omosessualità di Raoul Bova è fatto noto nel mondo dello spettacolo, peraltro pieno di gay insospettabili. Anche se poi la Plevani ha spiegato che si trattava di un post ironico, la frittata era fatta. Gay o non gay, cambia ben poco: Raoul resta un attore non solo bello ma anche capace. Ma certo il gossip stuzzica la curiosità di giornalisti e paparazzi che sembra non lascino in pace l’attore, tanto da costringerlo a infrange il silenzio per mettere le cose in chiaro. SU «VANITY FAIR» E lo fa in un’intervista a Vanity Fair (in edicola oggi). «Lo dico apertamente, mi piacciono le donne. Se fossi omosessuale, credo che non avrei nessun problema a riconoscerlo. O forse non lo direi: perché questo obbligo di dichiararsi, di giustificarsi? Nessuno va in giro a dire: piacere, sono etero. Più di metà dei miei amici sono gay. Persone con cui sono cresciuto e andato a scuola, con cui lavoro. È per loro, soprattutto, che mi fa ribrezzo questo modo razzista e retrogrado di usare l’etichetta di omosessuale come una macchia inconfessabile, come una peste ». L’attore parla anche dei sensi di colpa verso i figli: «Se io sono un personaggio pubblico e conosco le regole del gioco, i miei figli non hanno fatto nulla per meritarsi questo trattamento… L’assedio dei fotografi li spaventa… Poi c’è la scuola: i compagni a casa hanno genitori che leggono, ascoltano, e a tavola commentano queste cose, e i figli le sentono, e tornando a scuola le ripetono, con la cattiveria che possono avere i bambini: tuo padre sta male, tuo padre è un ladro, tuo padre divorzia, tuo padre è gay… Se mi vedo costretto a parlare, è per proteggere loro». Raoul Bova, al cinema a fine anno con Indovina chi viene a Natale di Fausto Brizzi, conferma le voci sulla sua separazione da Chiara Giordano, sua moglie da 13 anni e madre dei suoi due figli. Racconta che in effetti si stanno separando, e che la crisi è in corso da anni. «Chiara e io nel tempo siamo molto cambiati. Il cambiamento a volte unisce e a volte no. Noi due, purtroppo, non ci siamo più capiti… Allora è iniziato un periodo molto lungo – quasi tre anni ormai – in cui ci siamo parlati, ci siamo confrontati. Abbiamo provato in tutti i modi a risolverli, quei problemi, ma purtroppo non è bastato… E alla fine abbiamo deciso di comune accordo, con grandissimo dolore e con grandissima civiltà, di prendere strade diverse. Lo abbiamo fatto perché crediamo troppo al valore della famiglia per tenerla in piedi a qualunque costo, come facciata, senza onestà. È un atto non dico di amore, ma di rispetto per l’amore che c’è stato tra di noi». FISICO E FISCO Nell’intervista a Vanity Fair Bova parla anche della sua situazione con il fisco – dopo il sequestro di tre abitazioni di sua proprietà – e del recente ricovero in ospedale (per una febbre alta, curata con antibiotici). Ma quale sia il motivo del divorzio tra Raoul e Chiara se lo chiedono in molti. Qualcuno ha persino ironizzato al Roma Fiction Fest, perché Bova è arrivato accompagnato da Vanessa Incontrada, con la quale recita in Angeli, una storia d’amore (fiction per Canale 5). Sul red carpet l’attore si è presentato soprattutto spento e abbattuto. Di sicuro il divorzio di Bova sta mettendo a dura prova il sex symbol italiano. E a chi malignamente dice che Raoul Bova ha sempre appoggiato le battaglie a favore del mondo gay, basta rispondere che come lui ovviamente tantissimi altri personaggi dello spettacolo, quindi non bisogna saltare a conclusioni che non hanno alcun elemento a sostegno.

Cosa ne pensi? Lascia un commento