Per Dusan Basta arriva l’esame San Siro. Il ventottenne laterale serbo dell’Udinese (pur debilitato da un attacco febbrile) ha la possibilità di saggiare oggi il campo che potrebbe essere quello dove giocherà la prossima stagione. L’Inter ha un reale interesse per il giocatore, seguito da tempo. Basta vuole ben impressionare per lasciare già un biglietto di presentazione alla tifoseria interista e anche alla dirigenza. La prova del giocatore potrebbe sciogliere definitivamente

Il serbo in pole per la fascia: Faraoni e soldi all’Udinese

anche le ultime riserve: per ora è in vantaggio nella corsa a una maglia dell’Inter, ma le alternative di certo non mancano. Montoya in prestito dal Barcellona è un’ipotesi che continua a intrigare, vista anche l’età del giocatore. Più collaudato è l’esperto Konko , che piace, ma per il quale bisognerebbe cercare di aggirare le barricate erette da Lotito , il quale non vuole lasciar partire il suo giocatore e quando deve trattare in fase di mercato diventa sempre un osso duro. Per non parlare, poi di Gino Peruzzi . L’argentino del Velez, classe ‘92, ha dalla sua una sponsorizzazione pesantissima, quella del capitano Javier Zanetti , che vede in lui il suo erede. Basta, però, potrebbe arrivare inserendo nella trattativa DavideFaraoni . L’ex Primavera nerazzurro è sbarcato a Udine nell’ambito dell’affare che ha portato all’Inter Samir Handanovic e potrebbe essere utilizzato come leva per far decollare l’affare. Faraoni rimarrebbe all’Udinese (che già detiene metà del suo cartellino) e Basta approderebbe a Milano, con considerevole sconto sul suo prezzo si mercato.
CONTINUITÀ In nerazzurro si spera che Basta compia quel salto definitivo che gli manca per la consacrazione definitiva, dopo due stagioni giocate ad alti livelli. Nel 2011-2012 era stato fondamentale per l’Udinese, con 5 gol e 4 assist messi insieme su 31 incontri disputati in campionato. Mica male per uno che dovrebbe occuparsi anche di fase difensiva. Quest’anno, complice anche qualche

L’Inter ha pronte le alternative: Montoya del Barcellona, Konko della Lazio, Peruzzi del Velez Sarsfield

stop di troppo a inizio stagione che ha fatto rallentare il raggiungimento dello stato di forma ideale, Basta ha lavorato più in sordina, fornendo sempre il suo contributo alla squadra, anche se magari in modo meno vistoso rispetto alla scorsa annata. Al giocatore manca il gol in campionato da quasi 8 mesi, dal 16 settembre quando è andato in gol contro il Siena alla terza giornata. Il valore di Basta, però, c’è, come gli assist e i cross che continua a sfornare per i bianconeri da due stagioni a questa parte. Tant’è che pur avendo giocato 4 turni di campionato in meno rispetto a un anno fa, i numeri su quelle performance sono rimasti praticamente inalterati. Per questo all’Inter credono di aver individuato nel laterale l’uomo giusto per coprire l’assenza di Zanetti nei primi mesi di campionato. Senza contare che acquistando il giocatore quest’anno l’Inter potrebbe risparmiare qualcosa. La partita di San Siro sarà fondamentale per capire quanto Basta riesca a non sentire la pressione delle grandi platee, quelle che devono essere abituali per un giocatore che vuole essere un protagonista in nerazzurro. La sua performance, insomma, dovrà già essere di livello assoluto. Anche se dall’altra parte, gli interisti preferirebbero che il giocatore non facesse vedere il meglio di sé proprio in una partita che l’Inter preferirebbe vincere. Se non altro per evitarsi un turno di Coppa Italia con trasferte annesse durante la competizione se si andrà avanti.

OCCHIO AD ALLAN 
Anche Allan è tra i giocatori dell’Udinese puntati dall’Inter. Per il centrocampista brasiliano classe 1991, però, l’interesse dei nerazzurri è molto più tiepido che per il serbo. La venuta dei friulani a San Siro sarà comunque un’occasione per sondare il terreno anche per questo possibile obiettivo di mercato.

Cosa ne pensi? Lascia un commento