QUI PARMA. Donadoni sigilla ermeticamente il suo Parma. Un gioco di pretattica e false indicazioni, ma anche di omissioni e mancate risposte. Il tecnico gialloblù non ha svelato quasi nulla sulle strategie anti-Udinese. «In settimana abbiamo provato sia il 3-5-2 che il 4-3-3 – spiega -, due moduli che i ragazzi ormai sanno interpretare senza difficoltà». A parte il modulo tattico, l’unico vero problema è a centrocampo dove mancherà lo squalificato ParoloNinisAmpuero e Strassersi contendono una maglia. «Questo è il pensiero che non ho ancora maturato fino in fondo», ha sottolineato Donadoni durante la consueta conferenza stampa pre partita. Il resto della formazione dipenderà dal modulo: in caso di 3-5-2 l’esterno di centrocampo sarà Biabiany (o Rosi), mentre la coppia d’attacco dovrebbe essere formata da Amauri (300ª partita in Italia) e Belfodil. Nel caso in cui invece Donadoni dovesse optare per il 4-3-3, nel tridente offensivo ci saranno Biabiany, Amauri e uno tra Sansone e Belfodil.
QUI UDINE Ci sono anche Pasquale e Pinzi nella lista dei convocati bianconeri, priva degli squalificati Di Natale e Benatia. Ma Guidolin vuole un’Udinese ugualmente offensiva nonostante l’assenza del suo capitano in un campo, quello di Parma, dove i friulani non raccolgono punti da quattro stagioni. «Cercheremo di fare bene senza Totò – spiega il tecnico dei friulani -. Sappiamo che è un giocatore determinante e quando c’è per noi diventa tutto meno complicato. Sono convinto che abbiamo la possibilità di disputare una buona gara e se saremo sempre concentrati e propositivi ce la faremo». Sarà Muriel ad agire da unica punta con Maicosuel e Pereyra alle spalle, ma per Guidolin non sarà una possibilità solo per lui, questa partita: «E’ un’occasione per tutti, non solo per il colombiano. Il Tardini è un campo difficile soprattutto per l’Udinese che, storicamente, lo soffre molto. A Luis chiederò di mostrare il talento, la velocità e l’abilità di spaccare la difesa avversaria con le sue penetrazioni. In casa i gialloblù si trasformano».

Cosa ne pensi? Lascia un commento