Subito dopo la vittoria contro l’Inter, l’allenatore della Juventus Antonio Conte rilascia alcune dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport.

Dopo la vittoria di oggi lo scudetto è sempre più vicino?
E’ sicuramente un grandissimo risultato contro una squadra piena di qualità. Ha vinto in casa nostra, lo ha dimostrato contro il Milan. Ma noi siamo cresciuti su tutti i punti di vista. Sono contento per i ragazzi che hanno fatto una partita buona. E’ inevitabile che oggi abbiamo messo un mattoncino per il nostro traguardo”.

Oggi abbiamo vinto una grande Juventus. Si può fare il colpo a Monaco?
La Juventus vista oggi ha vinto contro una grande del campionato. Oggi, come ho già detto, era la Partita. Andiamo a Monaco per il nostro sogno sapendo che in campionato abbiamo fatto il nostro dovere e ci presentiamo lì con molto fiducia. Andiamo lì sereni. Vogliamo vedere a che punto siamo in Europa e quanto ci manca per trionfare anche lì come stiamo facendo in Italia”.

La tua conferenza ieri ha fatto discutere. Ma il finale di questa storia sarà il rinnovo con la Juventus?
Assolutamente. A me è dispiaciuto oggi vedere due prime parte con delle mie dichiarazioni. L’articolo dentro era perfetto ma per fare i titoli non sono belle cose dal punto di vista etico. Però sono sicuro che questi non rovineranno il rapporto con i tifosi bianconeri”.

Vista la partita di grande intensità di oggi, con il Bayern ci sarà turnover?
Io ho grandissima fiducia nei miei calciatori. Poi alla fine le scelte scelgono a me e qualsiasi cosa accada ricade su di me. Abbiamo tempo per fare delle valutazione. Sicuramente faremo una squadra più fisica perché il Bayern ha giocatori molto alti”.

Matri e Quagliarella non hanno mai deluso. E’ giusto a fine stagione cercare altre punte (oltre a Llorente) oppure meglio concentrarsi su altri ruoli?
Io dico che bisogna concentrarsi sul Bayern Monaco. Poi nessun’altra squadra ha fatto ruotare gli attaccanti come noi. Quindi non c’è nessuna preclusione. Io mi fido dell’occhio che spesso non mi tradisce”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento