Nonostante questi errori la conversione dei Pdf è comunque una buona idea, che speriamo venga ulteriormente sviluppata. Excel: grafici intelligenti Anche Excel offre un paio di nuove funzioni che accorceranno le fasi di lavoro e semplificheranno i rapporti con il programma, in particolare per chi non è molto esperto.

Cosi, per esempio, Excel è in grado di analizzare i valori digitati e tentare di riempire in modo automatico le colonne. Nel nostro test abbiamo immesso in due colonne separate nomi e cognomi poi nella terza colonna abbiamo digitato entrambe le informazioni. Excel ha quindi riconosciuto la combinazione e ha adattato in modo autonomo tutte le righe rimanenti dopo la nostra conferma attraverso il tasto Invio. Ora è presente anche un tool di analisi rapida, che propone determinate azioni per i valori immessi. Dal momento che la l’unzione viene visualizzata automaticamente, è facilissimo creare grafici e sparkline semplicemente selezionando un’area {l’anteprima live è compresa). Grazie a queste semplificazioni, il nuovo Excel compie evidenti passi avanti rispetto alla sua precedente versione. Outlook: riordinato e ben strutturato Con il suo nuovo aspetto, Outlook risulta ancora più chiaro. Microsoft ha per esempio eliminato la colonna destra con il calendario e gli appuntamenti per dare più spazio alle email. Altret tanto valida è la nuova funzione Rispondi, perché rispetto ad Outlook 2010 non si apre più una finestra pop-up: l’u tente può quindi rispondere semplicemente inline. Sopra al messaggio in arrivo trovate cinque grosse icone che permettono di rispondere rapidamente o cancellare l’email. La voce Calendario si trova sul bordo inferiore sinistro dello schermo. Affinché non dobbiate aprirlo per vedere i vostro appuntamenti, una finestra pop-up compare automaticamente quando passate con il mouse sopra la scritta. Se vi piaceva di pili il vecchio look con il calendario nella colonna destra, nel menù pop-up trovate un simbolo per rimetterlo là dove si trovava (un rettangolino con una freccia nell’angolo superiore destro).

Microsoft ha riorganizzato anche la rubrica, che trovate alla voce Persone. Accanto alle classiche informazioni sul contatto si possono configurare anche social network come Facebook. I/integrazione però non è ancora perfetta, poiché si possono soltanto collegare contatti con Facebook ma non importare gli amici da quest’ultimo in Outlook. PowerPoint: un passo verso La modernità Il “trattamento di bellezza” ha giovato anche a PowerPoint, a partire dall’interfaccia che è diventata più chiara e quindi anche più produttiva. È nuova, per esempio, una barra dei commenti predefinita che semplifica la collaborazione con i colleghi. Oltre a questo, PowerPoint offre finalmente la possibilità di realizzare slide in 16 9 per monitor e proiettori moderni. Risulta altrettanto pratica la migliorata Visualizzazione Relatore, che può essere usata anche con un solo monitor, ad esempio per esercitarsi Nella versione precedente questa modalità funzionava soltanto con almeno due display collegati.

L’oratore in questo caso vede la slide effettivamente presentata, quella successiva nonché eventuali note per l’esposizione e un orologio, utile a regolare il tempo della presentazione (e con la funzione lente d’ingrandimento ora è possibile evidenziare velocemente singoli elementi dell
a presentazione). A prescindere da questo, Microsoft ha apportato molte piccole modifiche, come la possibilità di usare il tocco delle dita per passare da una slide all’altra o effettuare una zoomata. Conclusioni Office 2013 è prima di tutto un passo in avanti sotto il profilo del comfort, perché grazie al suo layout rielaborato e alle intelligenti novità il lavoro da ufficio risulta più gradevole. Per questo motivo l upgrade da Office 2010 non è assolutamente indispensabile , in particolare per gli utenti privati, ma chi ha lavorato un paio di giorni con la suite non potrà più fare a meno delle nuove feature e della migliore usabilità . L’utente che vuole passare alla nuova v e rsione deve però d isporre di un sistem a a ll’avanguardia, perché Microso ft ha sospeso d e fin itiv am en te il su pporto ai sistem i XP e Vista. Office 2013 quindi fu n z io n a so ltan to con Windows 7 e 8.

office 201