Il Samsung NP540U3C della serie 5, essendo un comune ultrabook, non ha una modalità tablet, ma offre pur sempre un touchscreen Per pre sentarvi in questo articolo a lmen o un prodo tto reperibile al di so tto dei 1 .0 0 0 euro, sale sul banco di prova come ultimo candidato il nuovo ultrabook tou ch Serie 5 di Samsung (modello NP540U3C): si tra tta di un “n o rm a lissimo ” ultrabook da 13,3 pollici, dotato tuttav ia di touchsc reen . Questa ca ra tte ristica rende lo schermo un po’ spesso, ma nel complesso l’NP540U3C ha comu nqu e un design aerodinamico. Salta subito agli occhi che l ’in te rfa c c ia touch integrata su qu esto dispositivo ha un notevole e ffe tto negativo sullo schermo, ch e si presenta d e c isamen te più scuro e m eno ricco di colori risp e tto ai display degli altri modelli te sta li, appare un po’ lugubre e offre angoli di visione n e ttam en te peggiori. Fastidiose impronte sul display Sull’NP540U3C si verifica con particolare evidenza un altro problema pre sente già su altri modelli visti in questo a rticolo: i display touch rifle tten ti sono ancora più fastidiosi dei normali schermi. Da un lato in fa tti quando li si tocca con le dita le sgradevoli impronte sono ancora più evidenti, dalFallro, quando si se le zionano le tile di Windows 8 non è solo l’immagin e sullo sch e rm o a muoversi, ma anche il riflesso (in direzione opposta). Sul Samsung NP540U3C il risu ltalo in parole povere è un ‘assoluta in servibilità alla luce d ire tta del sole. Altrettanto poco divertente, su un normale notebook, risulta il fatto di spostare qua e là le tile di Windows 8 sul touchscreen: dopo l’entusiasmo iniziale la muscolatura del braccio cominc ia presto a indolenzirsi e si torna velocemente a utilizzare il trackpad; si fin isce così per non utilizzare mai il Samsung NP540U3C tramite touchscreen, come se fosse un comune portatile. Qualcosa che si sarebbe po tuto o ttenere però anche a un prezzo più economico. Conclusioni Anche se Samsung propone un sovrapprezzo r e la tivam en te ridotto, pari a circa 200 euro, rispetto a un ultrabook con dotazione simile ma senza touch screen , l’elegante NP540U3C non scatena comunque un irresistibile impulso all’acquisto . La qualità del display è eccessivamente penalizzata dalla funzione touch, nonostante quest’ultimane ll’uso quotidiano del notebook finirebbe per essere sfruttata molto meno di quanto vorrebbe Microsoft. Per godere appieno dei vantaggi di Windows 8 è necessario un tablet o per lo meno, un dispositivo ch e possa d iven tare tale. S BUn prezzo quasi accettabile per un ultrabook dotato di touchscreen, con un design comunque davvero slanciato B Display molto riflettente e soggetto a sporcarsi, difficile da controllare con le dita visto il form factor tipico di un notebook

Cosa ne pensi? Lascia un commento