Nonno Libero, in arte Lino Banfi, è tornato dall’America: da domani su Rai 1, in primaserata, le sue battute divertenti e i suoi occhi teneri riporteranno allegria ed emozioni in milioni di salotti italiani. Avete capito bene, riparte la serie Un medico in famiglia che tocca quota otto stagioni e 234 puntate. Era il 1998 quando la famiglia Martini entrava nelle nostre case e Nonno Libero diventava il nonno di tutti. «Sono affezionato a questo personaggio perché mi ha permesso di conquistare quelle generazioni che non avevo conquistato con i miei film—racconta Banfi —. Ora mi sono fermato a tre, ma mi auguro di abbracciarne una quarta». Con lui ci sono il figlio Lele, interpretato da Giulio Scarpati, la nuora Bianca (Francesca Cavallin), in dolce attesa, i nipoti Maria, in procinto di sposarsi con Marco, Ciccio, che aspetta due gemelli insieme a Tracy, e Annuccia, ormai alle prese con la magia dei primi amori. Nuove storie La famiglia è cresciuta: «Si è allargata, incasinata, ma compatta affronta le dinamiche della vita», interviene Scarpati. In questa ottava stagione i Martini si troveranno ad affrontare una truffa immobiliare che rischia di lasciarli senza tetto. «Mi sembra di essere ritornati alle prime puntate— prosegue l’attore romano — quando si affrontavano temi legati alla realtà: la fiction ha l’obbligo di raccontarla, soprattutto in un momento difficile come questo, ovviamente con il sorriso sulle labbra». E Banfi aggiunge: «Mancavo da qualche anno ma quando sono arrivato sul set mi sembrava che il tempo non fosse passato. Mi sono sentito accolto in un periodo in cui si parla di rottamare le persone di una certa età. Libero, invece, riappare per riunire la sua famiglia ». Accanto ai personaggi storici ci sono delle new entry come Al Bano Carrisi, che vedremo nella prima puntata nei panni di se stesso: «Che fatica imitare Al Bano», ironizza il cantante. Oppure come Catherine Spaak che interpreta la madre di Bianca: «Gemma è una suocera eccentrica, invadente, che porterà scompiglio in famiglia», spiega l’attrice francese. L’ultima parola spetta a Banfi, il nonno più famoso della tv: «Libero mi piace, ma prima di morire voglio proprio interpretare un cattivo…».

Cosa ne pensi? Lascia un commento