Registriamo oggi quanto segue. Il presidente Napolitano ha annullato l’incontro con il capo dei socialdemocratici tedeschi, reo di aver insultato Grillo e Berlusconi. Berlusconi ha messo in rete un messaggio più lungo di sei minuti in cui ringrazia gli elettori e dichiara le sue intenzioni. Grillo ha annunciato che non appoggerà Bersani e ha dovuto constatare che i suoi, una volta tanto, non sono d’accordo con lui. 1 Cominciamo da Napolitano. Napolitano è in Germania. Visita ufficiale, programmata da tempo—dunque formalmente non legata al risultato elettorale— nel corso della quale il Presidente doveva vedere tutti gli esponenti politici e istituzionali. Tra gli appuntamenti, quello con Peer Steinbrück, capo dei socialdemocratici, l’uomo che, per ora senza speranza, a settembre sfiderà la Merkel alle elezioni politiche. Costui, martedì, a una riunione di partito nel Brandeburgo, aveva manifestato «orrore» per la vittoria in Italia di «due clown» (Grillo e Berlusconi). Napolitano, conosciuta la cosa attraverso i giornali di ieri mattina, ha annullato l’appuntamento che aveva con lui nel pomeriggio.Haspiegato alla comunità italiana di Monaco: «Il presidente della Repubblica ha per Costituzione il mandato di rappresentare l’unità nazionale. Noi rispettiamo profondamente la Germania per i suoi successi, ha saputo risorgere dalle rovine e costruire una nuova Europa insieme all’Italia. Noi la rispettiamo, ma esigiamo rispetto per il nostro Paese». Ha poi rilasciato quest’altra dichiarazione: «Mi pare che non ci fossero le condizioni dopo le dichiarazioni del tutto fuori luogo, o peggio, che aveva fatto. Quanto dichiarato da Schäuble, invece, è un esempio di rispetto e di riserbo». Schäuble è l’attuale ministro della Finanze tedesco. S’era limitato a commentare il nostro voto con tre parole: «È la democrazia». L’incidente ha provocato naturalmente una polemica tra democristiani (Merkel) e socialdemocratici. Il vice di Steinbrück, Andrea Nahles, ha dichiarato di non capire l’annullamento dell’incontro. «Clown è il concetto piùmorbido che personalmente mi viene in testa su Silvio Berlusconi in questo contesto ». Steinbrück ha poi telefonato a Napolitano, forse chiedendo scusa, ma in ogni caso cercando di ricucire. 2 Sentiamo Berlusconi. Berlusconi, in questo video in Rete, ringrazia quelli che l’hanno votato, ribadisce di amare la patria, esalta la governabilità (passaggio che va letto come un invito a Bersani a decidersi per il governissimo), dice che non cederà mai su tre punti: politica di sviluppo, riforma istituzionale che garantisca la governabilità, promessa «che sarò sempre personalmente in campo ».

Cosa ne pensi? Lascia un commento