Che sia un oggetto costoso lo sappiamo. Il suo prezzo è commisurato al valore, ma contribuisce a fare dell’iPhone uno strumento prezioso, che presto lo diventerà ancora di più, perché quando cominceremo a usarlo ci renderemo conto di quanto sia utile. Affinché tutto vada nel migliore dei modi, meglio allora fare attenzione a quanto segue: » T e n e r e pulito l’iPhone Per la pulizia, Apple inviata a “Non utilizzare prodotti specifici per vetri e specchi né altri tipi di detergenti o spray, solventi, alcol, ammoniaca o prodotti abrasivi per la pulizia di iPhone’’. In effetti, la superficie dell’iPhone, nonostante tutte le cure che si possono avere, ha la tendenza a sporcarsi piuttosto velocemente: ditate, trucco, sudore ne mortificano aspetto e lucentezza. Per pulire le superfici, sia quella anteriore sia quella posteriore, basta in realtà un panno morbido. Se proprio abbiamo a che fare con impronte e macchie particolarmente ostinate, possiamo inumidire leggermente il panno, stando attenti però a non fare entrare dell’umidità nelle fessure. La tecnica è simile a quella consigliata per gli schermi dei Mac: nessun detergente aggressivo, solo un panno e olio di gomito. » Proteggere le superfici Alcuni rivestimenti rigidi possono intaccare la copertura, specie quella sul dorso dell’iPhone. Se abbiamo l’abitudine di tenerlo in spazi molto angusti, come le tasche dei jeans, rischiamo di rovinarlo. In questi casi più che per un rivestimento è bene optare per un astuccio, meglio se morbido, da cui estrarre l’iPhone solo al momento dell’uso. » A t t e n t i agli scivoloni Un altro dei problemi dell’iPhone è che la sua superficie è piuttosto scivolosa, specie in estate o in condizioni ambientali particolari, oppure quando abbiamo le mani fredde d’inverno. Un rivestimento parziale in silicone, solo laterale in stile Bumper o anche dorsale, può aumentare sensibilmente la presa e la solidità dell’impugnatura.

E SE SI BAGNA? Come tutti i dispositivi elettronici, l’iPhone non va troppo d’accordo con l’umidità. Quindi è bene non utilizzarlo sotto la pioggia o in prossimità di lavandini o luoghi umidi. Nel caso in cui l’iPhone si bagni, dobbiamo scollegare tutti i cavi, spegnere il dispositivo tenendo premuto il tasto Standby/Riattiva e quindi facendo scorrere il cursore sullo schermo. La cosa migliore è lasciarlo asciugare prima di riaccenderlo. È bene evitare di asciugare l’iPhone con una fonte di calore esterna, come un asciugacapelli, per evitare danni peggiori. Occorre ricordare, infine, che i danni causati dal contatto con i liquidi non vengono coperti dalla garanzia e, in questi casi, è inutile barare facendolo asciugare sotto il sole per una settimana perché, come per l’iPod, esistono degli indicatori fisici che segnalano ai tecnici se l’iPhone è stato immerso in un liquido o bagnato. Gli Apple Store ci saranno comunque d’aiuto in questi casi.

Cosa ne pensi? Lascia un commento