Emma è un casa più unico che raro. Riempie ogni settimana le copertine dei giornali senza aver mai lasciato un’intervista,una dichiarazione. Un pò perchè preferisce che ha parlare di lei sia il suo lavoro, un pò perchè non ama lasciarsi andare con persone che non conosce.Da ultimo metteteci anche una timidezza di fondo e il fatto che quest’anno si sia trovata, suo malgrado, al centro di un’attenzione mediatica esasperata. La rottura del suo fidanzamento con Stefano De o Martino a causa di Belen ha | conquistato addirittura i titoli dei tg. Proprio mentre tutto sembrava rientrare nell’ordine delle cose,un’ annuncio dell’attesa di un taglio da parte della coppia ha riportato tutto sotto Si i riflettori. E adesso eccoci qua, per la prima e unica intervista che lei rilascia dopo tanto tempo, a fare il bilancio di un anno che, potrebbe sembrare un paradosso, è stato per molti aspetti eccezionale. «È proprio così», conferma Emma. «E stato un anno bellissimo. Di grandi soddisfazioni professionali, ma anche di grandi possibilità. Perché nella vita bisogna avere anche la capacità e la fortuna di aferrare le possibilità che ti trovi davanti, sapendo abbracciare quelle che si potrebbero rivelare vincenti». Domanda. Tanti concerti, l’Arena di Verona completamente esaurita in ogni ordine di posti, centinaia di migliaia di fan. A chi senti di dire grazie? Risposta. A Maria (De Filippi, ndr). Tra noi c’è un’amicizia che trascende il lavoro. Ho imparato a fidarmi ciecamente di lei. Certo, poi quando c ’è da confrontarci a muso duro, lo facciamo. Ma lei lo fa per rendermi una persona migliore, meno fragile. Io e Maria ci assomigliamo moltissimo: siamo tutte e due molto timide, sappiamo come entrare a piccoli passi nella vita dell’altra. Anche se poi io, a differenza sua, sono una esuberante, che ha bisogno del contatto fisico: la bacio, la abbraccio. E il mio modo di entrare in contatto con le persone a cui voglio bene».

Cosa ne pensi? Lascia un commento