S-Voice, però, non è l’unica smart tecnology che agevola l’interazione con le numerose funzionalità del dispositivo. Ad affiancarla, infatti, troviamo anche lo Standby Intelligente. In pratica, la fotocamera individua la presenza fìsica dell’utente e mantiene illuminato lo schermo. E ancora, la Chiamata Diretta, che permette di chiamare la persona a cui si sta inviando un messaggio semplice mente portando lo smartphone all’orecchio. E infine la Notifica Intelligente, che avvisa l’utente di tutti i messaggi o delle chiamate perse ogni volta che sblocca il terminale. Anche la condivisione dei contenuti diventa un gioco da ragazzi grazie alla S-Beam, una funzione ad hoc che permette di inviare file musicali fino a 10 MB semplicemente toccando un altro dispositivo dotato della medesima funzionalità. Galaxy S III Mini è spinto da un processore Dual Core che pulsa alla frequenza di 1 GHz mentre la memoria ROM, a seconda della versione, varia da 8 a 32 GB più 8 GB di RAM, il tutto naturalmente espandibile fino a ulteriori 32 GB tramite schede MicroSD. Sul fronte OS troviamo la piattaforma Androìd al momento più evoluta, la 4.1 Jelly Bean.Tra le caratteristiche di rilievo, anche la possibilità di leggere sorgenti audio non compresse in formato FLAC e dì acquisire e riprodurre vìdeo a 720p. Ampia e articolata la connettività, che include Wi-Fi a/b/g/n, GPS, Bluetooth 4.0 e NFC. Insomma, ce n’è davvero abbastanza per farcì un serio pensierino! Tablet mini, potenza maxi Dal canto suo, anche Apple ( w.apple. ) si riconverte alle dimensioni contenute e presenta il nuovo attesissimo ¡Pad Mini, tablet top di gamma ma progettato con un occhio di riguardo alle dimensioni e alla portabilità. Una scelta strategica, quella del colosso di Cupertino, fatta per contrastare l’egemonia di rivali come Samsung e Asus proprio nel comparto”mid”delle tavolette di ultima generazione. Display da 8″ e motore A5 Dual Core mutuato dall’iPad di seconda generazione saranno i tratti distintivi del nuovo tablet. Tra gli aspetti più interessanti il prezzo, che nella versione base si aggira intorno ai 329 euro. L’alternativa a Microsoft Tra le tecnologie che faranno sicuramente tendenza nel 2013 non possiamo ovviamente non annoverare il nuovo Microsoft Surface, il tablet su cui la casa di Redmond di punta molto per il quale prevede di venderne tra i 3 e i 5 milioni entro la fine dell’anno. In realtà, dietro il marchio Surface si nascondono due diversi tablet, uno basato su piattaforma ARM e processore NVIDIA Tegra 3 e l’altro su processore Intel, anche se di quest’ultimo al momento non si hanno ulteriori notizie su una sua effettiva produzione. Il nuovo tablet Microsoft avrà un display da 10,6″ e il nuovo Windows 8 RT (le versione del sistema operativo compatibile con la piattaforma ARM) preinstallato, e sarà disponibile in tre versioni: quella di base con 32 GB di memoria flash verrà commercializzata a 489 euro (non ci sono ancora dati certi per l’Italia). Quella intermedia, sempre con 32 GB di memoria e con la tastiera Touch Cover che svolge anche il ruolo di cover protettiva, avrà invece un prezzo di vendita di 589 euro.