I nostri benchmark sulle prestazioni di processore e memoria realizzati con Geekbench 2 confermano che Apple non ha esagerato, anzi ha addirittura sottostimato l’incredibile aumento della velocità. L’iPhone 5 ha ottenuto il punteggio di 1.650 con Geekbench 2 rispetto ai 632 dell’iPone 4S. Significa 2,6 volte più veloce. Per quanto riguarda le prestazioni di gioco, l’iPhone 5 è stato in grado di far girare il test Egypt HD con il GLBenchmark 2.5 a 38 fps, esattamente il doppio dei frame per secondo del 4S (19 fps). La navigazione su Internet è davvero veloce. Quando abbiamo testato la velocità di rendering di JavaScript, abbiamo riscontrato anche qui una velocità doppia. Ha ottenuto il punteggio di 903 ms
nel test SunSpider contro i 1.891 ms del 4S (entrambi con iOS 6.0). Nell’utilizzo generale, l’iPhone 5 è davvero immediato, l’apertura delle App e il caricamento dei siti in modalità 3G non è mai stata così veloce. Infatti Non solo JavaScript, ma anche il 3G è quasi il doppio più rapido. Abbiamo eseguito anche una serie di test di velocità di rete da uno stesso posto, in un periodo di tempo breve e usando una nano-SIM dello stesso operatore. Dal nostro ufficio, l’iPhone 5S ha ottenuto una media di 7.9 mebabit per secondo (Mbps) in download e una velocità di punta di 8.8 Mbps. L’iPhone 5 è supportato non solo da un processore più veloce, ma anche da un più moderno chiset RF per i dati cellulari. La sua media è stata di 13.3 Mbps in download con punte di ben 16.9 Mbps. Per quanto riguarda l’autonomia, nell’utilizzo quotidiano non siamo andati oltre i due giorni, il che suggerisce che la potenza extra non la influenza negativamente. GIUDIZIO L’iPhone 5 è davvero qualcosa di più rispetto a un iPhone 4S allungato e con un nuovo connettore. La gente richiede una rivoluzione ad ogni aggiornamento; Apple ha invece semplicemente scelto di fornire ciò di cui gli utenti hanno realmente bisogno, piuttosto di ciò che dicono di volere. È certamente un’evoluzione importante che mette la concorrenza ai blocchi di partenza.

Cosa ne pensi? Lascia un commento