Vista l’assenza del vecchio menu Start, se volete aggiungere icone di file personali o di sistema al desktop, basta cliccare con il pulsante destro e selezionare il menu Personalizza. Dopo aver aggiunto queste due icone, potete anche assegnarle alla schermata Start di Windows 8. Collegarsi alle reti non è mai stato così facile, una volta che avete installato i driver richiesti. Windows 8 mostra ed elenca tutti i dispositivi di rete in ogni finestra di file manager, compresi i servizi DLNA, le cartelle di rete che avete impostato, e altri computer che risiedono nella rete. L’aspetto delle singole finestre è cambiato. Sono scomparse semi trasparenze e i falsi bordi smussati, rimpiazzati da un aspetto completamente bidim
ensionale. Se selezionate una delle voci del menu (per esempio “File”), ogni finestra mostrerà una etichetta simile a quelle di Office 2010 (le etichette compaiono solo quando selezionate una delle voci del menu). Le etichette contengono, in un unico punto, tutte le informazioni che nelle precedenti versioni venivano mostrate in una serie di menu e sotto menu. In ultima istanza, la navigazione all’interno del nuovo desktop non è molto differente rispetto a quanto avveniva nella vecchia versione, ma l’assenza di un vero e proprio menu Start potrebbe all’inizio confondere un po’ le idee. Per prendere confidenza con le novità vi può essere d’aiuto utilizzare le hotkey e personalizzare il desktop e la schermata start. Una volta che vi sarete abituati a navigare nel sistema lo troverete, nonostante le differenze, intuitivo come il vecchio. Microsoft Store Microsoft ha aggiunto, finalmente, uno Store per Windows, simile ai marketplace per Mac OS X, iOS e Android. In realtà sarebbe più giusto parlare di stores al plurale, dal momento che ne troverete più di uno in Windows 8. Per comprare app Windows 8 dovete fare clic sul riquadro Store, ma se invece dovete acquistare musica o video, dovete avviare le apposite app Musica o Video. Per intorbidire ulteriormente le acque, l’App Store è chiamata semplicemente lo “Store” mentre i negozi di musica e video sono chiamati “Xbox Music” e Xbox Video” ; naturalmente sia l’app Music, sia l’app Video, funzionano anche come strumenti di riproduzione multimediale, sebbene siano meno potenti rispetto a Windows Media Player o a programmi simili a iTunes e dobbiamo dire che la mancanza nel nuovo sistema operativo di un media player unico si fa decisamente sentire. La consultazione del Microsoft Store è simile alla quella della schermata Start. Le applicazioni vengono presentate in riquadri singoli e sono organizzate in gruppi, ciascun gruppo, inoltre, ha un riquadro “Migliori gratuite”Quando abbiamo installato la nostra versione di Windows 8, lo Store mostrava poche centinaia di applicazioni, questo vuol dire che Microsoft e i suoi partner dovranno darsi da fare per mettersi alla pari con gli store concorrenti. Personalizzare Windows Se non vi piace Windows 8 così come lo vedete dopo la sua prima installazione, lo potete personalizzare ma con alcune eccezioni. Forse quella più controversa (come accennato precedentemente) è il fatto che non potete impostarlo in modo che apra direttamente il desktop all’avvio, sebbene sono già disponibili alcuni programmi di sviluppatori terzi che possono aggirare questo limite. Dal momento che la schermata Start consiste in gruppi di riquadri, spostare quelli che preferite o quelli che usate più spesso sul lato sinistro dello schermo è piuttosto semplice. Potete anche specificare le dimensioni del riquadro (normale o a doppia larghezza) e, se vi disturbano, disabilitare gli aggiornamenti dei riquadri live. Inoltre potete anche raggruppare i riquadri in base al tipo di programma: per esempio, applicazioni per il lavoro, giochi e così via.