A differenza dei i riquadri normali statici che hanno una misura di 150×150 pixel, la maggior parte di quelli live è larga il doppio (310×150 pixel) e mostra informazioni dinamiche. Se avete impostato i feed da Facebook e Twitter, per esempio, il riquadro “Messaggi” vi mostra i tweet e gli aggiornamenti dei post di Facebook. Ulteriori riquadri dinamici potrebbero apparire installando nuove App dallo Store di Microsoft. I riquadri Live hanno fatto la loro comparsa in Windows Phone 7 e sugli update di Xbox360, ma da ora in avanti esisteranno su tutte le piattaforme Microsoft. Navigare nella schermata Start è semplice. Se usate un mouse con la rotella, questa vi consente di fare lo scroll a destra e a sinistra. Se invece usate un touchpad, facendo scorrere il dito verso destra e verso sinistra potete scorrere nella lista dei riquadri. Potete poi trascinare riquadri singoli in qualsiasi punto. Scopriamo il Desktop. Microsoft divide le applicazioni in “App Windows 8” (conosciute precedentemente come “App Metro” ) e “applicazioni desktop”. Queste ultime sono quei programmi già conosciuti e utilizzati con le precedenti versioni di Windows, come Microsoft Office. Anche per questo tipo di applicazioni bisogna comunque passare dalla schermata Start e non possono essere avviate direttamente da Desktop poiché, come detto, Microsoft vuole che la schermata Start diventi il primo approccio dell’utente con Windows 8. Per la maggior parte delle persone questa limitazione potrebbe non essere un problema, ma certe applicazioni specifiche, soprattutto in ambito business, necessitano di un ambiente desktop per essere avviati. Fino a quando le versioni Windows 8 App di questi programmi non saranno disponibili, gli utenti che hanno bisogno di questo tipo di programmi possono pensare di rimandare il passaggio al nuovo sistema operativo. Se avete bisogno di lanciare un’applicazione, potete semplicemente cliccare sul suo riquadro nella schermata Start. Se invece avete bisogno di funzionalità più complesse di gestione dei file e di navigazione, solo allora dovrete accedere a Desktop. Per farlo, dalla schermata Start basta fare clic sul riquadro Desktop ma se vi trovate all’interno di una app e volete passare a Desktop senza passare da Start, premete Windows+D. Il desktop si comporta sostanzialmente come faceva in Windows 7 tranne che per la mancanza di un menu Start. Allora, come si può accedere a funzioni usate frequentemente come per esempio il Pannello di controllo, l’Esplora risorse o Esegui? Spostate il puntatore in basso a sinistra e cliccate con il tasto destro, ignorando l’anteprima della schermata Start che compare. Questo è il menu Start semplificato, potete anche accedervi premendo Windows+X o, se preferite, potete usare la funzione di ricerca per trovare “Pannello di Controllo” o il comando “Esegui”. Microsoft ha scelto di lasciare il desktop di Windows 8 sostanzialmente spoglio, così come fece con Windows 7.