Da quando Modem Warfare d ha cambiato per sempre II multiplayer competitivo online nel 2007, i successivi titoli della serie di Cali of Duty si sono limitati a perfezionare quella meccanica tanto apprezzata dal pubblico, inserendo piccoli ma significanti cambiamenti con ogni episodio. Forse neanche Treyarch rivoluzionerà la modalità online di CoD con Black Ops II… ma sta comunque cercando di farla evolvere in maniera significativa. Aggiungendo nuove modalità (incluso ‘Hardpoint”, che è praticamente “King of the Hill”, ma con una sola collina che si muove ogni pochi minuti) e nuove mappe come Cargo (un porto di carico a Singapore), Turbine (un parco eolico danneggiato), Af termath (una Los Angeles in macerie) e Yemen (una piccola città con molti angoli e fessure) dovrebbe riuscire a soddisfare veterani di CoD con qualche scintillante novità, A differenza della campagna, che include flashback degli anni 70 e ’80, il multiplayer si svolge tutto nel prossimo futuro del 2025, Le battaglie online di Black Ops II si combatteranno con un arsenale leggermente futuristico (ma con un’atmosfera non dissimile da quella della serie Modem Warfare), Oltre ai mirini avanzati e agli altri accessori, se combatterete bene in un match potrete ottenere droni come la torretta automatica che, a differenza di quella in Modem Warfare 3, può anche essere comandata manualmente. Anche il significato di “combattere bene” in una partita multiplayer di CoD è stato leggermente modificato. Questa volta, i Killstreak sono stati rimpiazzati con gli Scorestreak, Questo significa che per avere quella tanto desiderata torretta automatica che prima sbloccavate uccidendo cinque avversari senza morire, ora la sbloccherete con i punti che guadagnerete dal completamento degli obiettivi (cioè catturando la bandiera, disinnescando una bomba ecc.), dalla vostra bravura (mandando a segno colpi alla testa, vendicando la vostra morte) e, beh, come nel capitolo precedente, uccidendo gli avversari senza morire. Sceglietene 10 Ad aiutarvi ad affrontare le battaglia ci penserà una nuova e approfondita sezione di personalizzazione. Avrete ancora la possibilità di scegliere armi e bonus, ma ogni cosa che aggiungete all’equipaggiamento vi costerà un punto (ne avrete solo dieci a disposizione). Potete ancora avere un classico set-up alla CoD (arma primaria con due accessori, tre bonus e due granate costano solo 9 punti) ma qui dovrete trovare spazio anche per delle Wildcard. Costano sempre un punto l’una, ma vi permettono di infrangere le regole. Per esempio, “Perk 1 Greed” vi permette di usare due bonus dello stesso gruppo insieme, invece che solo uno. Altre Wildcard vi permettono di usare due armi primarie o portare il doppio delle granate, Treyarch ha anche eliminato i bonus per la modifica delle armi. Quindi se, per esempio, vi piace ricaricare velocemente, ora dovete usare l’accessorio per la ricarica veloce. Sempre se, ovviamente, la vostra arma lo supporta. Tutte queste nuove personalizzazioni dovrebbero tornare utili con le nuove opzioni multi-team che sono state aggiunte alla maggior parte delle modalità. Questo significa che invece del solo 9v9, Team Deathmatch può anche essere giocato 6v6v6 o 3v3v3v3v3v3 o in qualche altra strana combinazione, “Molte delle persone che giocano al Team Deathmatch sono come delle galline che corrono in giro con la testa tagliata”, commenta il design director David Vonderhaar, “Se giocate in multi-team e vi capitano tre persone che si conoscono tra loro e che si muovono come una squadra, allora direte: ‘porca miseria, è esattamente come dovrebbe essere’. “Nella prima o seconda partita in multi-team a cui abbiamo giocato, ho visto questi tizi rifugiarsi in un edificio in Turbine, Uno piazzava le mine antiuomo, un altro delle trappole Taser e il terzo un Guardian e dicevano: ‘Questo edificio ci appartiene e non entrerete qui dentro per nessun motivo al mondo’. Tutti volevano conquistare l’edificio,folli di rabbia, e l’intero match è passato con le varie squadre che assaltavano questi tizi. Questo mi ha aperto gli occhi sul potenziale di queste opzioni multisquadra”. Anche una nuova modalità di combattimento è in arrivo con il multiplayer di Black Ops II: invece di essere catapultati nella prima battaglia disponibile, i server si prenderanno il tempo di piazzarvi tra giocatori con le vostre stesse abilità (o con la mancanza di queste). In questa modalità, entrate in un torneo con regole specifiche (per esempio una partita 4v4, nessuna granata, nessun bonus e che include Domination,Team Deathmatch e Capture the Flag), Quindi siete inseriti in una partita con giocatori dalle abilità simili, come determinato dalle precedenti partite, anche se l’opportunità di salire di livello nel matchmaking ranking è disponibile con l’avanzare delle vostre abilità. Il sistema dei tornei è stato sviluppato basandosi sull’eccellente sistema usato in StarCraft II di Blizzard per PC, “Abbiamo ricevuto da loro qualche consiglio specifico; sono stati molto disponibili e ci hanno dedicato del tempo”, commenta Vonderhaar, “Ci sono molte similitudini tra questo e il sistema di StarCraft, ma anche molte differenze, a seconda di cosa andava bene per Cali of Dutyecosano”, Per i giocatori più estroversi, le partite possono essere trasmesse in streaming su Xbox Live, PC 0 qualsiasi dispositivo dotato di Internet (beh, presupponendo che tut t i partecipanti siano d’accordo), con gli spettatori che possono criticare la partita. Per evitare che il pubblico con i suoi commenti aiuti un determinato giocatore (dicendogli dove sono gli avversari), lo streaming avrà un ritardo di 15-30 secondi. In diretta dal fronte C’è t u t to il potenziale per un’innovazione epica. Se c’è un titolo che può trasferire t u t to questo nei confini Team Deathmatch, questo è Cali of Duty, La nuova modalità da spettatore potrebbe poi essere rivoluzionaria. Come dice un vecchio proverbio: “Squadra che vince,,, si esalta”.

Cosa ne pensi? Lascia un commento