Se vi mettete in piedi sul confine sud-orientale dell’America, su quella lingua di terra che è la Florida, sarete a 300 miglia dal Mare dei Caraibi. Questa è la strana location della demo navale di Assassin’s Creed MI. Perché una zona di mare che lambisce Cuba e il cordone ombelicale che unisce Colombia e Messico è ora al centro dell’attenzione? Beh, nel 1779 è stato uno dei teatri degli scontri navali della Rivoluzione Americana. È stato il luogo dove inglesi e francesi se le davano di santa ragione per le risorse delle Indie Orientali. Quindi per non scontentare troppo il pubblico inglese (che vede i suoi antenati essere tra i nemici principali di ACUÌ), ecco che gli viene data la possibilità di mazzolare un po’ anche i francesi. Le battaglie navali si svolgono normalmente con le due navi che si affiancano e iniziano a girare in tondo… ma ovviamente quelle di Assassin’s Creed avranno un tasso d’adrenalina molto più alto. Preciso e puntuale La battaglia si svolge sullo sfondo di un cielo che è un festival di nuvole ubriache di pioggia e rovesci temporaleschi, il tutto reso realistico dal motore AnvilNext. Potrete sparare contemporaneamente con i diversi cannoni della nave. Le palle standard fanno danni da lontano. Abbiamo sperimentato il colpo a catena, con la “La missione non finisce affondando la nave nemica” palla che si divide in due come un ovetto Kinder demoniaco, solo che le due metà sono legate da una catena che sparecchia vele e alberi, colpi a grappolo somigliano a quelli di un immenso fucile a piombini, con piccol proiettili che rimbalzano contro il legno massiccio delle navi senza creare danni, ma sono letali per la morbida carne dei marinai. Da ultimo, c’è il colpo “a caldo”: piombo fuso che devasta navi e uomini, molto democraticamente. C’è anche un cannone girevole pereliminare bersagli individuali. La maggior parte dei giochi basati sulle battaglie navali finiscono quando avete affondato il nemico. Assassina Creed non è “Affonda la Flotta”: si tratta di spazzare via i Templari cospiratori. Quindi una volta reso inoffensivo un galeone, dovrete arrampicarvi su per il fianco della nave e salire a bordo per regalare una morte a base di tomahawk in faccia ai vostri avversari. Anche se Ubisoft rimane con la bocca cucita sulla sorte di Desmond Miles, a parte dirci che ci sarà, sembra esserci così tanto da fare, con Connor, da tenerci impegnati per un bel po’.

Cosa ne pensi? Lascia un commento