Presentato come “il miglior sistema operativo mobile del mondo”, iOS 6 Caratteristiche sorprendenti innovazioni , insieme ad una reale integrazione e completo di iCloud, la soluzione “in the cloud” di Apple e che rende possibile l’accesso ai nostri contenuti (lo stesso) da più dispositivi.Nuove applicazioni, come “libretto di risparmio” , la possibilità di fare FaceTime (video) per la rete 3G e non solo wifi, la piena integrazione con Twitter e Facebook, la capacità di dettare messaggi di testo, e-mail … La lista dei miglioramenti è lunga e chiunque può approfondire con una semplice ricerca su Internet.Tuttavia, due delle nuove caratteristiche meritano particolare attenzione.Una cambiare completamente  il modo in cui ci relazioniamo con il cellulare. L’altro, invece, è nata prematura,  e più per  una guerra commerciale che per le esigenze degli utenti.Abbiamo parlato da un lato, Siri, il rivoluzionario sistema di riconoscimento vocale di Apple, con iOS 6 che parla in Italiano e Maps, l’applicazione che ha sostituito, il famoso Google Maps  . Si tratta di due facce di una moneta che vale a  peso d’oro e con la quale si gioca l’Apple, né più né meno che la funzione di indiscusso precedentemente detenuta rispetto ai suoi concorrenti. Le luci e le ombre del nuovo iOS 6.

Siri, la luce

Se dovessi descrivere Siri (un assistente personale che capisce quello che dici) con una sola parola, quella parola sarebbe “impressionante”. Ed è che Siri non ha nulla a che fare con sistemi di riconoscimento vocale che incorporano altri produttori, che sono limitati a “capire” un breve elenco di comandi preimpostati. No, Siri non è nulla, e va ben oltre. Si può letteralmente parlare con lei e dire frasi come “Tell John sono in ritardo,” o “Ricordami di chiamare Paco domani mattina alle sei,” o “Come è stato il Madrid?” O “ciò che cade 21 novembre? “o” farmi un po ‘di AC DC “o” Mi piace giocare a Tetris “, o” Ho fame, ci sono pizzerie qui intorno? “o” pensi che pioverà oggi? “o” metti la sveglia domani alle sette “o” portami a casa di Pietro “, o … qualsiasi altra cosa che viene in mente e che ha a che fare con l’azienda agricola applicazione che regolano la nostra vita personale, c omo Messaggi, Mail, Rubrica, Calendario, Promemoria, Navigazione GPS, Musica, Galleria, Tempo. .. Potremmo anche chiedere di pubblicare un tweet o scrivere per noi un commento su Facebook.

Siri è un nuovo modo di utilizzare l’iPhone (e iPad). Un molto più umano, più comodo e diretto. Qualcosa che è destinato a rivoluzionare, ancora una volta, un settore che vive per sempre nella rivoluzione. E questo è solo l’inizio. , infatti, nuove basi di dati e problemi che “parlano” con Siri sarà aggiunto da ora a rotta di collo, con le possibilità che si aprono un modo tutto nuovo nella telefonia mobile, sia per gli utenti e per la capacità di generare nuovo business.

Mappe, il buio

E poi ci sono le mappe, l’altro lato della medaglia. Mai un prodotto Apple ha raccolto molte critiche (e così feroce) in così poco tempo. Molti studiosi non hanno esitato a descrivere l’applicazione un “fiasco”, anche “vergogna”. Ed è che iOS 6 ha significato la Apple Final divorzio con Google, il suo principale rivale nella rete. Il che, per gli utenti, ciò significa che quando si installa il nuovo sistema operativo non sarà in grado di utilizzare Google Maps o utilizzare l’applicazione nativa YouTube, due prodotti di massa (e di successo) .

E se è vero che le mappe hanno un grande potenziale di Apple (sono integrati con Siri e consentono una veduta aerea e 3D), è così che sono, per ora, piene di errori, sia nei dati e nel modo su come sono presentare. Immagini grottescamente deformi, posizioni sbagliate, la mancanza di informazioni sui servizi pubblici, imprecisione nel trovare … In breve, un prodotto che ha tutte le caratteristiche di urgenza in fase di lancio e prima completamente pronto. l’Apple chiede un pò di pazienza per i suoi utenti (come ha fatto con il problema dell’antenna su iPhone 4), e assicura che presto risolveranno il problema. In realtà, si dispone di un esercito di tecnici e specialisti che lavorano instancabilmente per farlo.

Ciò non toglie che la sua decisione di rimuovere Google Maps ha fatto un cattivo servizio per gli utenti che sono stati trovati, durante la notte, con una applicazione di mapping che è significativamente inferiore a quello che aveva. Molti si chiedono perché Apple non ha atteso per le loro “mappe” e non hanno aspettato di perfezionare le loro mappa? Puramente per interessi puramente commerciali della società hanno prevalso su quelle dei consumatori, che presume di Apple (più di chiunque altro) da difendere.

Le “ombre” di tali mappe sono state minacciando anche di oscurare le “luci” di Siri.La Mela senza dubbio fatto un errore, e in un momento in cui tutti i suoi principali concorrenti sono più agguerriti che mai. Le prossime settimane saranno decisive per l’esito del rilascio effettivo iOS 6 . E per vedere se le luci hanno, o meno, ha battuto le ombre.


Cosa ne pensi? Lascia un commento