Ad ogni uscita di un nuovo iOS è una questione che si pone inesorabilmente si può fare il jailbreak? Fino ad ora nessuno ha resistito, e sembra che neppure il iOS 6.Il 19 settembre, l’Apple ha rilasciato la nuova fiammante versione iOS sei pronto per il rilascio, non solo su iPhone 5, ma anche in altri dispositivi compatibili, che sappiamo lasciati fuori iPhone 3G, iPad e iPod Touch al di sotto della quarta generazione.

6 Golden Master iOS
questa settimana è stato reso disponibile agli sviluppatori la versione Golden Master, lo stesso sistema che entrerà nelle mani degli utenti, ma un paio di giorni prima in modo da poter adeguare le proprie applicazioni. Per tutta l’estate ci sono le beta del software Apple. Tutti sono stati vulnerabili con la possibilità  di effettuare il jailbreak e Cydia installato.
La domanda viene sempre con la versione finale, che Apple potrebbe aver bloccato tutte le porte. Quest versioni  di iOS6 Golden corregge solo alcuni bug e aggiunge la funzione Panorama per iPhone 4S e iPhone 5. E si possono anche aprire le porte per il jailbreak.

Redsnow viene aggiornato per il jailbreak iOS 6GM
L’iPhone Dev Team ha appena rilasciato una nuova versione del suo popuplar Redsn0w jailbreak che vale anche la seconda versione pre-release di iOS. Naturalmente, come in tutte le precedenti versioni beta, aperto solo per l’accesso agli sviluppatori, senza installare Cydia o qualcosa di simile.Questo fa molta speranza che il giorno del lancio di iOS 6 hanno tra le mani la possibilità di continuare a godere delle possibilità che la scena sulla piattaforma Apple.

Per ora, senza Cydia 
Tuttavia, questo non significa che abbiamo un metodo completo. Vale a dire, fino ad ora il jailbreak beta è “tethered” ciò che rende di applicare ogni volta che si riavvia il terminale. Cydia anche bisogno di installarlo manualmente tramite SSH e non è disponibile per tutti i dispositivi.

Che iDispositivos essere il primo a cadere?
Ci si può scommettere che l’iPhone 5 ci vorrà un bel pò di tempo ‘per essere vulnerabile. Il suo predecessore immediato sono voluti diversi mesi per ottenere un metodo untethered, e un caso simile è accaduto con l’iPad 2 con l’arrivo di iOS 5.Tra gli altri dispositivi iOS compatibili con l’iterazione successiva, ci si dovrebbe attendere notizie da parte degli hacker che sembra aver preso la misura al software Apple.

Cosa ne pensi? Lascia un commento