Il gruppo di hacker che hanno attaccato Google nel 2009 lanciato centinaia di attacchi informatici da allora, concentrandosi su società statunitensi della difesa e per i diritti umani, secondo una nuova ricerca dal produttore di software per la sicurezza Symantec . Google ha detto nel mese di gennaio 2010, che era stato vittima di un attacco informatico sofisticato, denominato Operazione Aurora , gli hacker con sede in Cina, aveva portato il furto della proprietà intellettuale. Ancora altre venti società sono state sotto attaccato . Anche se non è mai uscita la vera identità degli hacker, l’incidente ha aumentato le tensioni tra Washington e Pechino , per il numero crescente di attacchi informatici alle istituzioni statunitensi dalla Cina. “E ‘stata una grande novità, al momento, ma le persone non si rendono conto che questo sta accadendo costantemente”, ha detto il direttore del gruppo di ricerca di Symantec , Eric Chien. “Non sono scomparsi e non vedo l’ora di farlo” , ha detto. Symantec ha detto Venerdì che gli hacker dietro Operazione Aurorasi era concentrata sul furto di proprietà intellettuale, quali documenti di progettazione di appaltatori della difesa ei loro fornitori, compresa la navigazione, aviazione, le aziende di armi, produzione, ingegneria ed elettronica. Gli hacker hanno utilizzato una componenti di infrastruttura comuni cheSymantec soprannominati “Piattaforma Elderwood” , una parola che viene ripetuta più volte nel codice software utilizzato in diversi attacchi. L’anno scorso, gli hacker Elderwood si sono concentrati quasi esclusivamente su società furto di dati che forniscono parti di appaltatori della difesa di grandi dimensioni, piuttosto che le stesse aziende, ha detto Chien. Gli obiettivi secondo gruppo più comuni sono state le organizzazioni non governative coinvolte nella questione dei diritti umani in Tibet. Società finanziarie e software sono stati tra le persone colpite, ha dettoSymantec . La società di sicurezza, che vende software antivirus per imprese e consumatori con il marchio di Symantec e Norton , ha rifiutato di identificare in modo specifico le vittime e ha avvertito che nessun test per garantire che gli attacchi provenivano dalla Cina.


Cosa ne pensi? Lascia un commento