Microsoft probabilmente non vuole lasciare che Apple sia l’unico dominatore nel mondo dei tablet per sempre, ma il nuovo tablet Microsoft Surface, basato su Windows 8, lascia dei dubbi su quanto stia prendendo sul serio il mercato. Ha annunciato due versioni del suo hardware; il Surface per Windows 8 Pro sfoggia un impressionante processore Intel Core i5 Ivy Bridge e 64 o 128 GB di memoria, il tutto su Windows 8. Il Surface per Windows RT ha un meno potente NVIDIA ARM con 32 o 64 GB di memoria e gira su Metro Apps acquistati sul Windows App store. Entrambi arrivano con una tastiera touch attaccata magneticamente. “E’ un tablet che lavora e gioca nel modo che volete voi. Un tablet che è un ottimo PC. Un PC che è un ottimo tablet”, dice Steve Sinofsky, Presidente della divisione Windows di Microsoft. Mentre gli utenti che ci lavorano troveranno il Surface attraente per il suo potere elevato e per le sue versioni migliori dei prodotti Microsoft, ha anche grandi potenzialità per il gaming. Siccome è essenzialmente un PC di alto livello sotto forma di tablet con tastiera e trackpad, elimina gran parte delle restrizioni e delle frustrazioni che gli sviluppatori e i core gamer incontrano spesso sui dispositivi Apple. Non solo è possibile giocare istantaneamente e con più giochi tradizionali, ma gli sviluppatori hanno una grande quantità di potere sui giochi. Può anche infiltrarsi nei già esistenti sistemi di gaming per PC come Steam, Origin e GOG. Più importante, Microsoft potrà fare leva sul brand Xbox, e se prosegue sul sentiero della connettività potremmo vedere su giochi di 360 Xbox Live e on Demand giocabili sul Surface. Ma si deve fare di tutti per invertire l’inerzia del mercato, dove Apple è il leader indiscusso. Non solo ha una base di utenti enorme, ma molte delle caratteristiche e delle restrizioni dell’iOS hanno definito lo standard per il gaming su tablet. Per i casual gamer che hanno scelto la semplicità dei giochi e delle applicazioni dell’iOS, che attrazione potrà avere un tablet super potente? Ci sono altre domande come per esempio come un touchpad relativamente sottile possa piacere a quei giocatori che usano console o PC. Dal punto di vista dello sviluppo è il costo eccessivo degli apparecchi che usano Windows a far passare molti all’iOS. Quanto di loro vorranno spendere di più per utilizzare le caratteristiche del Surface? Ma anche con tutte queste domande in sospeso e il prezzo del sistema non ancora annunciato, Apple si sentirà sicuramente preoccupata da un inaspettato colpo in stile Xbox, che potrebbe relegarla al ruolo di Sony. Microsoft l’ha già fatto una volta, dopotutto.

Cosa ne pensi? Lascia un commento