Tutto ciò che riguarda gli itinerari di Google Maps.

Apple, come ben saprete, ha abbandonato le mappe di Google, che così non saranno più utilizzate per il navigatore integrato in iOS. Ma c’è di più: l’azienda di Cupertino probabilmente impedirà anche agli sviluppatori di utilizzare le mappe del concorrente per realizzare App che saranno poi pubblicate sull’Apple Store.

Nello stesso tempo, Open StreetMaps, un servizio di mappe alternativo e gratuito, sta lentamente rosicchiando quote di questo interessante (soprattutto per gli investitori) mercato, facendo innamorare di sé sviluppatori di applicazioni e di servizi web.

Le due cose stanno mettendo molta pressione a Google che, per cercare di non perdere terreno e riconquistare gli utenti perduti, ha deciso di aggiungere nuovi servizi al suo popolare Google Maps: il servizio, come ben sapete, esiste ormai da un bel po’ di tempo. Ecco quali sono le novità introdotte negli ultimi tempi.

NAVIGAZIONE SENZA CONNESSIONE WEB

Google ha innanzitutto pensato a coloro che non dispongono di una connessione 3G sempre attiva sul proprio smartphone o tablet.  In che modo lo ha fatto? Semplice: Facendo in modo da permettere di scaricare tramite Google Maps sezioni di mappa sul proprio device, così da poterle utilizzare anche quando non si è connessi ad una rete WiFi o 3G.

L’utilizzo di questa feature è semplicissimo: a casa, con il dispositivo connesso alla rete WiFi, l’utente seleziona una mappa da scaricare e avvia il download, quindi può utilizzarle in combinazione con un GPS per navigare senza problemi.

La modalità off-line è disponibile solo per smartphone e tablet Android, mentre al momento non sappiamo se sarà resa disponibile anche su altri sistemi. STREET VIEW MIGLIORATO Oltre alla visuale fotografica sulle strade e all’interno di musei famosi, Google Street View fornirà presto un maggior numero di riprese.

A questo scopo Google ha attrezzato con uno zaino speciale alcuni fotografi escursionisti. Sullo zaino è installata una macchina fotografica panoramica (vedi foto in basso a sinistra) con la quale è possibile scattare foto panoramiche in aree che non sono accessibili in auto o in bicicletta, ad esempio, nei parchi, in aree di montagna o tra le calli di Venezia.

3D REALISTICO

Google ha inoltre portato su un nuovo livello la rappresentazione 3D in Google Earth. Finora gli edifici venivano rappresentati con grafica vettoriale poco precisa, ma in futuro, questi assumeranno un aspetto decisamente più realistico. Gli edifici delle città verranno fotografati da aerei dotati di speciali telecamere che permetteranno di determinare le dimensioni dell’edificio.

LE PRESSIONI DI APPLE

Il fatto che Google stia cercando di migliorare i propri servizi di mappe è la giusta reazione alla crescente pressione operata dalla concorrenza in questo settore. 

Volete sapere ad esempio come creare un itinerario in quattro e quattr’otto con Google Maps? La prima cosa da fare ovviamente è collegarsi al sito Google Maps e andare nella sezione Indicazioni stradali: a questo punto è tutto abbastanza semplice. Dovrete mettere nel primo campo l’indirizzo dal quale far partire l’itinerario e nel secondo campo l’indirizzo di dove vorreste arrivare. Il gioco è fatto: avrete in una manciata di secondi l’itinerario.

Questo è già costato a Google una bella fetta di mercato, in particolare nell’importante settore delle applicazioni. A questo si è aggiunto l’abbandono di Apple, che non userà più le mappe di Google per la propria app di navigazione. Anzi, a quanto pare, Apple vuole addirittura vietare l’utilizzo dei servizi di Google per sviluppare applicazioni di navigazione per iOS.

Insomma se Google vuole mantenere la sua posizione all’interno di questo complicato mercato deve sicuramente offrire servizi più interessanti ed esclusivi, distinguersi dagli altri e cercare di essere allo stesso tempo attraente per gli inserzionisti pubblicitari.

Cosa ne pensi? Lascia un commento