Nuance Communications Lunedi ha  introdotto Nina, un assistente vocale virtuale che le aziende possono aggiungere per iOS e Android applicazioni per cellulari. Nina unisce tecnologia vocale di Nuance riconoscimento, text-to-speech software, la voce di dati biometrici e di altro software in un’unica offerta che è ospitato su server cloud. La tecnologia è stata progettata per capire ciò che un utente dice, e per identificare chi sta dicendo, Nuance ha detto. USAA, un fornitore di servizi finanziari per i membri delle forze armate degli Stati Uniti, ha detto in una dichiarazione che si prevede di utilizzare l’assistente virtuale con la sua Nina USAA mobile app. Un pilota di applicazione del combinato inizierà questo mese e un lancio completo è previsto per inizio 2013, USAA detto. Nina consentirà alle organizzazioni di marchio proprio assistente personale virtuale con personalizzati text-to-speech voci, Nuance ha detto in un comunicato. Neff Hudson, vice presidente assistente di canali emergenti a USAA, ha detto che il software vi permetterà di Nina permettere ai membri del servizio militare in modo più rapido completare le operazioni sul self-service app USAA. L’offerta comprende una Nina aperto Software Developer Kit (SDK) progettato per aiutare gli sviluppatori a integrare assistenti virtuali esistenti in applicazioni mobili, Nuance ha spiegato. L’SDK e il Nuance ospitato servizio cloud sono inizialmente disponibili in lingua inglese, e sarà disponibile in altre lingue entro la fine dell’anno. Nuance pubblicato un video di YouTube su Nina, ma non ha rivelato i prezzi per l’SDK o il servizio cloud. Il video mostra un utente richiede verbalmente equilibrio libretto degli assegni, quindi autorizza i pagamenti per le fatture. Una voce macchina risponde a dire che la richiesta di pagamento è stata presentata. La tecnologia compete con Apple popolare sistema di assistente vocale Siri.

Cosa ne pensi? Lascia un commento