Non c’è dubbio che a un certo punto oggi, si fermò e pensò: “Mi chiedo cosa sta succedendo al Forum Technology Policy Institute di Aspen oggi …” Beh, Quotidianamente è qui per aiutarvi a rispondere a questa domanda onnipresente. Come si è visto, RapidShare Chief Legal Amministratore Daniel Raimer era a disposizione per parlare con il gruppo il problema reale con la pirateria online. Come egli stesso frame, non è legit servizi cloud come RapidShare che perpetuare la prevalenza di illeciti in linea file-sharing, ma il ‘collega’ i siti che gli utenti diretti a materiale protetto da copyright ospitate nelle nuvole. Sbarazzarsi dei siti collegati, e puf, non la pirateria internet in più di materiale protetto da copyright.

A tal fine, RapidShare sta sostenendo per l’adozione di un ‘pratiche responsabili “documento che lo ha redatto. Invece di avere la fase di governo e regolare, RapidShare preferirebbe che tutti volontariamente giocare secondo le sue regole in modo da non limitare le possibilità creative che la tecnologia cloud-based tiene, molto nello stesso modo che gli standard di settore e le pratiche sono state stabilite e adottate nel settore pubblicitario e del credito. Questo sembra essere un modo sensata e adeguata per gestire il problema, ma le major non sono d’accordo, che desiderano una nuova regolamentazione di Internet per proteggere la loro proprietà intellettuale.

Per ricapitolare:

• Siti con link = cattivo

• servizi cloud = buona

• il problema della normativa = cattivo

• Industria standard = buona

• major = disperato di aggrapparsi a un modello di business morente

Indipendentemente dal modo in cui il problema viene gestito in futuro, la gente continuerà a trovare un modo per utilizzare Internet per condividere la proprietà intellettuale, se è legale o no, in modo che tutti le parti coinvolte dovrebbero probabilmente concentrarsi sulla monetizzazione che invece di cercare di pensare a nuove modi per evitare che ciò accada.

Cosa ne pensi? Lascia un commento