ancora qualche ancoraggio con la realtà, quest’idea ne è l’esempio perfetto: prendere la gomma utilizzata negli scivoli gonfiabili degli aerei e usarla per creare un’automobile gonfiabile, leggera, sicura e a basso consumo. È la Blow Car (si chiama “auto gonfiabile” anche se si tratta di una microcar), il prototipo creato da una ditta di Pescara che ha stupito il Motor Show di Bologna. E che fra un anno esatto sarà in vendita. Com’èfattalaBlowCar L’auto gonfiabile nasce da un’intuizione dell’architetto Dario Di Camillo, che in passato si è occupato di design dei motori per Fiat. Il suo desiderio era quello di creare un mezzo in cui i materiali tradizionali, lamiere all’esterno e plastica rigida negli interni, fossero sostituiti da un componente più gommoso e leggero. Da qui l’idea di utilizzare pannelli bistrato di esacianato di cloruro pieni di aria pressurizzata, simili a quelli che oggi si impiegano per scivoli d’emergenza, paracadute e airbag delle sonde aerospaziali. I pannelli costituiranno le portiere, il paraurti e le parti interne della BlowCar. Bassiconsumiecosti Secondo i suoi produttori la Blow Car ha numerose marce in più, per così dire, rispetto alle auto convenzionali. L’utilizzo della gomma abbatterebbe i costi di produzione del mezzo, perché le attrezzature costano significativamente meno di quelle per gli stampi in lamiera o resina. Aumenterebbe inoltre la sicurezza per i passeggeri: i pannelli gonfiabili fanno sì che il passeggero sia circondato da una sorta di grande airbag,mala loro compattezza garantisce comunqueunaresistenza agli impatti paragonabile a quella delle automobili tradizionali. I pannelli sono anche molto facili da sostituire consentendo così un’alta personalizzazione del mezzo. Va da sè che, essendo utilizzati anche nel settore aerospaziale, sono completamenteignifughi. Ultimo vantaggio da non sottovalutare sono i consumi: essendo molto più leggera delle sue concorrenti metalliche, la Blow Car consuma molto meno. La versione per la vendita sarà comunque disponibile in tre motorizzazioni: tradizionale, ibrida edelettrica. Due invece le varianti previste: small, a due posti e 2,7metri di lunghezza (più o meno come una Smart), e medium, con quattro posti, lunga tre metri. Secondo i produttori il prezzo sarà fra gli 11mila e i 15mila euro circa. MotorShowdianteprime Sono 48 le anteprime che le case automobilistiche mostreranno nel corso di questa edizione 2011 del Motor Show in programma a BolognaFiere finoall’ 11 dicembre. Ancora più ricco l’appuntamento con le novità del mercato: con le ultime arrivate diventano otto le anteprime mondiali, mentre sei sono i debutti europei e trentaquattro le anteprime nazionali. Fra le anteprime mondiali presenti, oltre alla Blow Car, ci saranno Abarth Punto scorpione, Abarth 595 Competizione, Abarth 595 Turismo, Abarth 695 Assetto Corse,DR1 S e Lancia Ypsilon Black&Red.

Cosa ne pensi? Lascia un commento